23 maggio 2016

Come distanziare le annaffiature.

Ti farebbe comodo se potessi annaffiare la tua piantina di basilico ogni 15 giorni?
Col metodo di coltivazione, che ho depositato anni fa presso l'Ufficio Brevetti di Palermo, potrai farlo.
Vengo e mi spiego.
Riempi di terriccio un vaso da fiori fino a due terzi in altezza; ritaglia un disco dalla plastica di un sacchetto da supermercato, o della spazzatura, con diametro appena maggiore di quello del vaso dove finisce il terriccio che hai messo; pratica al centro di tale disco un foro, piccolo ma che consenta di farci entrare la metà inferiore della piantina di basilico, la parte con la radice, non importa se è priva di terriccio, anzi, è meglio che non vi sia terriccio attaccato alla radice, ti consentirà di praticare un foro di piccolo diametro nel disco di plastica, è fondamentale che il foro sia il più piccolo possibile, leggendo il seguito capirai perché. Poni il disco, con la piantina infilata al centro, dentro il vaso, fai bene attenzione che il bordo del disco aderisca bene alla parete interna del vaso ed aggiungi altro terriccio fino a riempire il vaso quasi fino all’orlo, quest’ultimo terriccio servirà a mantenere diritta la piantina. Per annaffiare periodicamente, metti il vaso dentro un contenitore con l’acqua un po’ più alta del vaso, ad esempio un secchio, aspetta pochi secondi che l’acqua venga assorbita dal terriccio.
Questa descrizione è stata necessariamente lunga e dettagliata, ma se ci pensi bene servono poche cose: un vaso, una piantina, del terriccio ed un disco si plastica, realizzarla sarà semplicissimo.
Ecco come funziona:
L’acqua in eccesso non assorbita dal terriccio, potrà fuoriuscire dal foro sul fondo del vaso da fiori. L’acqua assorbita dal terriccio evaporerà con estrema lentezza; verso l’alto, ad impedire l’evaporazione ci penserà il disco di plastica, che manterrà comunque le radici umide per parecchio tempo. Nelle estati passate le mie piantine di basilico le annaffiavo ogni 15 gg. Non le tenevo esposte ai raggi diretti del sole, ma alla luce e non proprio all’ombra.
La precedete descrizione, vale per una sola piantina, ma ponendo accortezza nel farlo, puoi piantare diverse piantine nello stesso vaso da fiori, importante è che il foro, nel quale infilerai ogni piantina, sia il più piccolo possibile. Non esagerare col numero di piantine, ne bastano poche distanziate tra loro e non metterle vicino al bordo del vaso, meglio verso la parte centrale.
Funziona, fallo e vedrai che funziona. A cosa può servire? Ho una casa al mare nella quale vado, in estate, ogni 15 gg. Vi trovo il mio basilico sempre perfetto.
L’ho chiamato “metodo di coltivazione per insaccatura”, puoi realizzarlo non soltanto per il basilico. Può essere realizzato con delle varianti, può riguardare anche alberi piantati nel terreno e consentire annaffiature molto distanziate tra loro, per poterlo realizzare serve un grosso sacco di plastica, ma quella é un’altra storia.





Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]