9 giugno 2013

IL BISOGNO COLLETTIVO DI PARTECIPARE.

Per spiegare il fenomenale successo dei social network gli studiosi di questa materia hanno proposto varie chiavi di lettura, quella maggiormente accreditata indica nella comunicazione e nell'intrattenimento le due principali ragioni che spingono a frequentare i social network. Non viene spiegato però quale sia il motivo di tale universale bisogno.
In questi ultimi anni l'impressionante sviluppo di Internet, dovuto a sempre maggiore diffusione della Rete e consumo del Web, è coinciso con l'incremento, parimenti colossale, della telefonia mobile ma anche della diffusione di notizie in tempo reale da parte della Tv.
Sia la Tv. che lo sviluppo tecnologico hanno incrementato la migliore conoscenza di luoghi ed ambienti poco accessibili fino a non molto tempo prima, ad esempio: lo spazio, le profondità marine e le calotte polari, riuscendo a spiegare, nel dettaglio, come gli accadimenti in quei luoghi abbiano conseguenze dirette sull'ecosistema, quindi sulla vita stessa dell'uomo. Anche gli spostamenti su lunghe distanze sono divenuti rapidi e sicuri grazie allo sviluppo della tecnologia dei mezzi meccanici adibiti a tale scopo.
Si è soliti dire che: il mondo è diventato piccolo, ma non solo, di conseguenza oggi è alla portata di molte più persone. Più piccolo è il mondo maggiore è il bisogno sociale di partecipazione alla vita che su di esso si svolge. A tal fine la migliore e più economica opportunità viene offerta a tutti dai social network, che riescono ad espandere in maniera significativa l'orizzonte dei piccoli ambienti di socializzazione dei giovani e non solo di essi, in altre parole essi consentono di partecipare alla vita nel mondo in maniera diretta ed immediata attraverso la comunicazione. Da quanto detto quindi, l'intercomunicabilità ed i mezzi che la consentono è la potente molla che spinge la diffusione planetaria dei social network, soddisfa infatti il bisogno di essere più vicini alle esperienze di vita degli altri, consentendo di parteciparvi, anche se a distanza.

Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]