24 luglio 2013

- Mancanza di nazionalismo, inquietante tendenza del popolo italiano -


Quando la propria casa rischia di essere visitata dai ladri, solitamente si
blindano le aperture, il DNA  degli italiani pare che non preveda tale
logica, anzi, quella opposta.
Nella piuttosto recente Storia d'Italia, la virulenta litigiosità di alcuni
Casati e Principi, portò il nemico dentro casa: accordo re di
Francia -Venezia-Papa, francesi in Lombardia, Luigi XII a Milano, gli
ottomani nel Friuli, francesi nel nord e spagnoli nel sud, dominio spagnolo
e dominio austriaco ecc.
Lo scoppio della Rivoluzione francese aveva trovato in Italia numerosi
sostenitori, specialmente tra i ceti borghesi, che avevano aderito con
entusiasmo alle idee rivoluzionarie. Negli anni successivi, però, insorse un
diffuso sentimento antifrancese nel popolo; è in questo quadro che si
inserisce la discesa di Napoleone Bonaparte in Italia, non fu cosa da poco.
Napoleone fondò ben 10 Repubbliche: Giacobina di Alba, Transalpina,
Cispadana, Veneta, Cisalpina, Romana, Partenopea, seconda Repubblica
Cisalpina e quella di Genova; nel 1801 un'assemblea di notabili deliberò la
nascita della Repubblica Italiana, con capitale Milano e presidente
Napoleone, che dopo assunse il titolo di re d'Italia e nel 1805 venne
incoronato con la "corona ferrea". Fu lui che adottò il tricolore come
bandiera.
Anche al giorno d'oggi, quella tendenza esterofila persiste. Nella crisi
mondiale in corso, gli italiani continuano a vendere all'estero i marchi
prestigiosi del "Made in Italy", fiore all'occhiello del nostro paese. Al
contrario di Francesi, Spagnoli, Tedeschi ed Austriaci (ex "barbari" già
conquistati dall'Impero Romano), gli italiani non sono mai stati capaci di
"capitalizzare" ciò che possiedono, ieri gli Imperi, oggi le Griffe. La
stessa UE (per quanto monca della parte "politica") e della quale l'Italia è
cofondatrice, viene oggi rimessa in discussione.
Pur prescindendo dall'attuale "bagarre politica" nazionale, non sarebbe del
tutto sbagliato affermare che gli italiani siano affetti da una sorta di
"incoerenza congenita" e conseguente esterofilia, in altre parole: mancanza
di nazionalismo.

Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]