1 ottobre 2013

L'allocco, è solo un uccello?


Trovo davvero sconvolgente la capacità, della stragrande maggioranza degli uomini di governo italiani, compreso deputati e senatori, di convincere chi li ascolta che le scelte da loro fatte sono sempre in buona fede e per il bene comune; nonostante sia lampante che, anche quelle meno significative, perseguano obiettivi interessati, personali o esterofili. Si continua a prestar fede alle loro parole senza guardare ai fatti e senza la minima capacità di discernimento.
Grazie ai nostri politici, abbiamo ceduto buona parte della sovranità nazionale all'Europa ed alla Germania. In materia di economia e spesa sociale, ben poche decisioni del nostro Parlamento, non devono essere preventivamente sottoposte al vaglio della UE. Dall'entrata in vigore dell'Euro, siamo passati da prima potenza industriale europea, a fanalino di coda. La Germania, al contrario di noi, è oggi la prima.
In Italia il teatrino della politica non cambia, è la solita sceneggiata a beneficio dei creduloni: mi dimetto, intanto rimane in carica finchè non verrà sostituito. Lo hanno fatto di recente, Settembre/Ottobre 2013, quelli del PDL, rassegnando le dimissioni in massa, il Presidente del Consiglio non le ha accettate, quindi restano in carica e c'è chi aspetta che votino il documento di programmazione economica, il rifinanziamento delle missioni all'estero (emorragia di denaro insostenibile) e perchè no, anche la nuova legge elettorale.
Il Governo Letta ha fatto ben poco a causa dei veti incrociati dei nemici-amici al governo, ha soltanto messo qualche pezza qua e là per tappare piccoli buchi e non si può escludere un Letta bis, sia che Berlusconi stia dentro che fuori dal Parlamento.
I motivi addotti alla prorogatio di un governo ingessato e sempre sull'orlo di una crisi, a beneficio di chi vuole crederci, sono ovviamente scontati: volendo c'è ancora tempo, bisogna pensare ai mercati, se sale lo spread siamo rovinati, abbiamo firmato precisi accordi con la UE che vanno rispettati, gli speculatori internazionali non aspettano altro che la vacazio di governo. Mi chiedo: come avrà fatto il Belgio, due anni senza governo?
Ma noi italiani, seppure giunti alla disperazione, siamo davvero tanto allocchi da sopportare passivamente il grottesco ed offensivo spettacolo offerto dalla politica ?

Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]