4 ottobre 2013

- UMANITA' DISSENNATA -



Giovedì 4 Ottobre 2013, nella trasmissione di Santoro si è parlato del raccapricciante naufragio di Ustica. Vauro ha chiesto al rappresentante di turno del governo, perchè sono solo due i mezzi navali che pattugliano lo stretto di Sicilia? Sappiamo bene che siamo in periodo di crisi, ha continuato Vauro, ma i soldi per acquistare gli F35 li avete trovati. Risposta del ministro: Gli F35 servono a garantire la pace. Credo che Vauro non lo capirà mai che gli F35 sono "armi di pace", che ci volete fare, Vauro è un po' stupidello, come tanti di noi.
Parliamo un po' di spese militari italiane.
20,5 miliardi i costi militari del solo 2011. 16 miliardi per gli F35, blindati con cannone da 120 mm per dieci milioni di euro, “veicoli tattici medi multiruolo” per altri 157 milioni. E ancora 198 milioni di euro per 477 veicoli tattici leggeri “lince” da comprare entro il 2013. E poi “sistemi acustici per la localizzazione delle sorgenti di fuoco”, barriere antisfondamento, veicoli automatici di perlustrazione per altri 56,3 milioni. Il costo della nostra presenza in Afghanistan: fino al 30 settembre sarà di 426.617.379 euro. Per il Libano, invece, spenderemo 118.540.833 euro. Naturalmente non poteva mancare il supporto in Kosovo, di 52.496.423 euro. E fin qui, si trattava di operazioni militari di cui la maggior parte dei cittadini conosceva l'esistenza.
In realtà, però, l'esercito italiano è impegnato su moltissimi fronti e per ognuno è stato previsto un capitolo di spesa. Si scopre così, documenti alla mano, che impiegheremo 223.505 euro per la missione Althea in Bosnia-Erzegovina, ed altri 14.191.716 euro per la “Active Endeavour” (tradotto: “Sforzo attivo”) nel Mediterraneo. Ma siamo ancora solo all'inizio: un piccolo contingente italiano si trova anche a Hebron (territori palestinesi), costa 846.666 euro e i ben informati giurano che “bevono caffè tutto il giorno e scrivono report sulle violazioni dei coloni che nessuno mai leggerà”. Sempre per rimanere in Medio Oriente, altri 90.655 euro servono alla vigilanza del valico di Rafah. Senza contare che stiamo rinnovando i mezzi navali. Delle 10 nuove fregate multimissione Fremm in programma ne sono state finanziate finora solo 6 e il sottosegretario alla Difesa, Roberta Pinotti, ha detto nei giorni scorsi che per altre due verranno stanziati tra sei mesi 749 milioni di euro del Ministero per lo sviluppo economico. Poi ci sono sommergibili, portaerei e porta elicotteri, io però mi sono stancato di elencare.
CON I SOLDI DELLE SPESE MILITARI, PER ALMENO UN MILIONE DI ANNI UN PIATTO DI MINESTRA, UN PAGLIERICCIO ED UNA CANADESE POTREMMO GARANTIRLO A TUTTI QUEI POVERI DISPERATI CHE FUGGONO DALLA GUERRA E DALLA MISERIA.  ALLA FACCIA DELLA BOSSI-FINI E DELL'EUROPA. I primi due sono spariti, l'altra è per strada e li raggiungerà presto.


Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]