20 agosto 2015

LE ORE DI SONNO SONO MEDIAMENTE 8 SU 24, UN TERZO DELLA VITA.




Buon sonno, cosa occorre sapere per poter dormire bene.
Il buon sonno dipende principalmente dalla cedevolezza e composizione del supporto sul quale poggia il corpo. Ovviamente hanno un loro peso anche: una cena leggera o dormire dopo aver completato la digestione, ma non quanto il sistema rete-materasso-cuscino.
Questa è la mia personale opinione:
la soluzione per un letto ideale ed economico, per soggetti normopeso, è rappresentata dalla rete a doghe di legno; materasso in poliuretano espanso ad acqua a rigidità medio-alta, alto almeno 20 cm. con strato superficiale in memory di 6 cm; cuscino a saponetta di 12 o 13 cm. di altezza, sempre in memory. Quando il proprio materasso va ancora bene e si vuole migliorarlo, sono anche in vendita, e a prezzo abbordabile, sovrammaterassi (topper) in memory di varia misura e spessore.
I materassi in Memory Foam si contraddistinguono per le loro elevate caratteristiche di ergonomia e confort. La schiuma viscoelastica consente al materasso di adattarsi perfettamente alla forma del corpo per poi ritornare al suo stato d’origine una volta che il corpo viene tolto.
A differenza dei materassai a molle o in lattice, che tendono sempre a rispondere al peso esercitato dal corpo con una spinta verso l’ alto, in virtù della loro elasticità, quelli in Memory Foam ne sono quasi totalmente privi. La spinta esercitata nei confronti di un “peso” è ridotta al minimo.
Il materasso, che in un primo momento sembra sostenere, scende verso il basso e comincia a conformarsi tramite il calore ed il peso del corpo. Si avverte, a questo punto, la sensazione di essere quasi in sospensione o in galleggiamento.
Per coloro che dormono di fianco le cose si complicano un po'. In tal caso buona parte del peso del corpo grava sul punto di appoggio posto più in basso rispetto ad una ideale linea orizzontale:  il bacino in corrispondenza dell'osso iliaco. Mantenere la posizione "di fianco" per tempi lunghi, comporta l'indolenzimento di quel lato del bacino, con possibile risveglio e sicuramente cambio di posizione.  Un materasso rigido, rischierebbe di scaricare sull'intero fianco il peso del corpo, provocando fastidio agli organi interni che verrebbero compressi dal peso. Un materasso troppo morbido, non riuscirebbe a mantenere "in linea" il corpo, consentendo l'inarcamento della spina dorsale ed un pessimo riposo. La soluzione ottimale si può trovare "per tentativi", è quindi fondamentale recarsi presso negozi specializzati che offrono la possibilità di distendersi su materassi di diversa densità e composizione, assumendo la posizione desiderata; non bisogna però avere fretta, appena appoggiati si ha comunque una sensazione di benessere momentaneo, aspettando un po' le cose potrebbero cambiare. Dopo, volendolo fare, si può acquistare anche su internet a prezzi, di solito ma non sempre, molto più bassi.
In caso di acquisto, non è il prezzo a fare la differenza, ma il materiale utilizzato e le sue caratteristiche meccaniche. Giusto per fare 2 esempi secondo la mia personale opinione: (1) non c'è il memory buono e quello scarso, varia unicamente la sua densità e l'eventuale presenza, nel supporto che andrà a costituire, di fori passanti per una migliore aerazione. (2) Stesso dicasi per il "poliuretano espanso ad acqua", che costituisce la cosiddetta "lastra" di un buon materasso, è a cellule aperte e quindi traspira consentendo una buona aerazione; ciò che può fare differenza è il peso per metro cubo di materiale, ovvero la sua densità e quindi la rigidità del materasso, che ha 3 gradazioni, si può sceglierlo cedevole o rigido, ma quasi sempre si opta per il semi rigido detto anche a rigidità media. Il rivestimento esterno di materassi e cuscini (fodere), è opportuno che sia in puro cotone e niente altro. Dettagli di una certa importanza pratica, nella costruzione e rifinitura dei materassi, possono essere le 4 maniglie laterali per facilitare lo spostamento o la fascia laterale centrale, detta anche 3D, che migliora ulteriormente l'aerazione naturale. Nella stessa famiglia di materassi in poliuretano, sono presenti varie tipologie, ad esempio quelli multistrato oppure a rigidità differenziata; i miglioramenti apportati al buon dormire non sempre sono apprezzabili, ho motivo per ritenere che la loro funzione primaria sia quella di far lievitare notevolmente il prezzo al pubblico.

Due parole sulla "leggenda" del memory. Il materiale (per la cronaca è a bassissimo costo di produzione) fu scoperto dalla ricerca NASA e mai impiegato sulle navicelle spaziali, non era quello che cercavano. Oggi sono fin troppi i produttori di materassi e cuscini che lasciano sottilmente intendere di averlo scoperto, ma senza dirlo chiaramente, o che affermano che sia stato impiegato dalla NASA, nulla di più falso!






Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]