9 settembre 2015

GIUSTO PER INTENDERCI.


L'oggetto cosmico più distante mai osservato dall'uomo è HE 1523-0901, dista dalla Terra 13,2 miliardi di anni luce; la luce viaggia a 300.000 Km. al secondo, in 13,2 miliardi di anni ci sono tanti secondi che è impossibile scrivere il numero ed ancora peggio scrivere i Km. da essa percorsi - 13,2 miliardi è poca cosa rispetto ai 200 miliardi di anni luce, ovvero, la dimensione stimata dell'orizzonte cosmico. 
Se HE 1523-0901, che dista 13,2 miliardi di anni luce, smettesse di emettere luce oggi, continueremmo a vederne la luce per 13,2 miliardi di anni e dopo non la vedremmo più.
Gran parte delle stelle ha un'età compresa tra 1 e 10 miliardi di anni, ciò vuol dire che molte delle stelle osservate dagli astronomi non esistono più, si vede soltanto la luce da esse emessa prima di esplodere; pur essendo scomparsa la fonte che ha generato luce, essa continuerà a viaggiare nello spazio fino a giungere fino a noi, ovvero finchè non avrà coperto la distanza che ci separa. E' per questo motivo che si dice: l'uomo osserva un universo fossile, ciò non è del tutto vero, molte stelle osservate sono attive, ma molte sono già scomparse. "Molte" è un termine che non rende affatto la realtà, visto che esistono circa 100 miliardi di galassie e che ognuna contiene circa 100 miliardi di stelle.
La foto mostra un grafico rappresentativo di superammassi di galassie (supercluster) in un raggio di 500 milioni di anni luce da noi. I superammassi sono formati da milioni di ammassi, a loro volta formati da milioni di galassie; la nostra galassia è "La Via Lattea", contiene circa 100 miliardi di stelle.
L'uomo è una delle tante specie animali presenti sul pianeta Terra, che si sono estinte in passato e che si estingueranno in futuro, mentre nuove specie animali (e non) nasceranno ancora.
Tenuto conto di quanto detto, il concetto di anima e di vita eterna appare quanto meno, ridicolo! Porsi la domanda: "perchè esistiamo?" Non ha alcun senso. A questo punto, se vuoi, possiamo disquisire sull'esistenza dell'anima e sulla sua vita eterna, tieni conto però che la condizione di esistenza dell'universo è la "continua trasformazione" di tutto ciò che in esso è contenuto, quindi l'anima, per continuare ad esistere, dovrebbbe trasformarsi in "altro"; secondo te in cosa? 


Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]