1 settembre 2015

La scienza si affanna a cercare, ma per cosa?

L'esplorazione di Marte, mediante le sonde automatiche, sta lentamente svelando quelli che apparivano come misteri. In passato il suo aspetto, visto dallo spazio, lo faceva apparire più azzurro della Terra. L'acqua vi abbondava, si suppone che sia lentamente scomparsa per effetto della bassa gravità, che non riusciva a trattenere sulla superficie il vapore che è andato a disperdersi nello spazio. Contrariamente a quanto è stato affermato, la durata dell'acqua su Marte non è stata breve al punto da non consentire la vita come la conosciamo sulla terra, è durata per un lunghissimo periodo, al punto che le piogge hanno creato l'erosione delle terre emerse (praticamente uguale all'erosione terreste) così come appaiono oggi agli apparecchi di rilevamento delle sonde, che continuano a tracciare mappe molto dettagliate della superficie marziana. Non è affatto detto che la vita su quel pianeta debba aver seguito identico sviluppo che sulla Terra, erano diversi i fattori ambientali e non è pensabile ad un suo sviluppo perfettamente uguale. La recente osservazione di Marte, ha convinto gli scienziati che il pianeta stia uscendo da un'era glaciale, come è già avvenuto sulla Terra. Sappiamo che oltre al nostro satellite: la Luna, i pianeti del Sistema Solare: Mercurio, Venere e Marte hanno le calotte polari fatte di ghiaccio, questo lascia supporre che nel tempo, le trasformazioni planetarie siano state piuttosto simili (sono infatti nati da una matrice comune), anche se si sono succedute in maniera diversa (però paragonabile) per le loro diverse dimensioni, ovvero le caratteristiche fisiche e le diverse condizioni ambientali derivanti dalla diversa distanza dal sole.  L'età della Terra è valutata in 4,6 miliardi di anni, in questo lunghissimo periodo, sulla sua superficie sono comparse molte forme di vita in seguito estinte, ed altre ancora è probabile che ce ne saranno, l'uomo è una di queste, ma possiede una singolarità: l'intelligenza, che non gli garantirà comunque di non dover seguire la normale evoluzione delle specie animali sul pianeta Terra: comparsa, sviluppo ed estinzione.

Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]