29 settembre 2015

Come migliorare le prestazioni del motore diesel turbocompresso.

E' possibile variare la curva di potenza di un motore  a gasolio turbo compresso, in modo da farlo salire di giri molto velocemente (ripresa), ma anche aumentandone l'accelerazione e diminuendo la temperatura di esercizio a regime; si può fare senza alcun intervento di modifica su "qualunque" sua parte meccanica o elettrica, basterà aggiungere una ventolina intubata. Il tutto lasciando invariato il consumo e la velocità massima e senza che il contagiri vada mai sul rosso.
Tutte la case automobilistiche, per migliorare le prestazioni delle loro vetture, avrebbero potuto operare su due soli fronti: il carburante oppure l'aria. Riguardo al carburante, hanno agito sulla quantità, nebulizzazione, pressione, iniezione nei cilindri ecc. . Hanno scelto di intervenire "soltanto" sul carburante, trascurando completamente l'aria che entra a far parte della miscela carburante-aria. L'unico intervento sull'aria, eseguito da alcuni costruttori, è stato posizionare l'entrata del collettore di aspirazione nella parte frontale del mezzo, in modo da creare proporzionalità tra velocità e quantità d'aria in entrata, ma i risultati ottenuti sono modesti. Quindi l'aria, nel condotto di aspirazione, entra unicamente grazie alla pressione atmosferica.
Mi sono chiesto: cosa accadrebbe in un motore Diesel turbo compresso (il mio), se variassi forzatamente la quantità d'aria in entrata in modo da ingannare il "debimetro" ?
Il debimetro è un apparecchietto posto lungo il condotto di aspirazione dell'aria a valle del filtro aria; è composto da un "resistore" che invia dati alla centralina elettronica sulla "qualità" dell'aria e, in ultima analisi, la centralina determina quanto carburante entrerà a far parte della miscela combustibile.
Ecco cosa ho fatto: ho rimosso il bocchettone, dal quale entra aria nel condotto di aspirazione, l'ho sostituito con una ventolina elettrica a 12 Volt "intubata", acquistata a poco prezzo presso un negozio di forniture navali (casualmente ha lo stesso diametro del condotto di aspirazione). L'ho alimentata mediante uno dei relais della "scatola dei relais", uno che si attiva con l'avviamento del motore. Risultato: esattamente tutto ciò che ho affermato all'inizio. Unica nota negativa: un leggerissimo incremento della rumorosità del propulsore. Si tenga conto che la diminuzione della temperatura di esercizio del propulsore (immediatamente verificabile dalla percepibile diminuzione di temperatura dell'aria del "riscaldamento" all'interno della vettura) allunga la "vita" del motore, ne diminuisce infatti l'usura. La minore temperatura nel motore, all'unga anche la vita dell'olio, le cui molecole degradano a causa dell'alta temperatura che raggiungono i motori diesel durante il loro funzionamento.
Sulla mia vettura, che ha velocità massima di 170 Km.  premere sull'acceleratore mentre si marcia a 150 Km/h. e sentire il motore salire velocemente di giri, è un vero piacere. E' altrettanto piacevole poter effettuare i sorpassi molto velocemente, senza scalare di marcia. Sulla mia auto, la modifica descritta è operativa da oltre 3 anni, i Km. percorsi sono, fino ad oggi, 180.000 !!
Non ho effettuato prove su motori aspirati, ma è molto probabile che si possano ottenere gli stessi risultati.




Non tutti sanno che nei motori diesel, si può sostituire il gasolio con "qualunque" olio vegetale, fino al 50%, senza che le prestazioni cambino. Non conviene farlo nelle zone climatiche dove fa particolarmente freddo (temperatura sotto lo zero), si potrebbe avere qualche difficoltà all'avviamento del motore.







Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]