7 ottobre 2015

La vita su Marte, tra ipotesi e fatti reali.

Una ricerca della Nasa ha stabilito che 3,7 miliardi di anni fa la calotta settentrionale di Marte era in gran parte coperta da un oceano profondo anche un chilometro e mezzo. La presenza di acqua salata su Marte riaccende le speranze di trovare forme di vita extraterrestre: la stessa Nasa afferma che le condizioni di abitabilità sul Pianeta Rosso potrebbero essere migliori di quanto ipotizzato finora. Che fine ha fatto l'acqua di Marte? Si è realmente dispersa tutta nello spazio, come ipotizzano alcuni scienziati, oppure è stata scomposta e trasformata in combustibile, come è probabile che accadrà in futuro sulla Terra?
La comparsa dell'uomo sulla Terra risale almeno a 250.000 mila anni fa. Ipotizzando che la razza umana possa durare fino ad 1 miliardo di anni (cosa alquanto improbabile), quali tracce di manufatti umani rimarrebbero sulla terra tra 3,6 miliardi di anni? Ovvero la differenza approssimativa dell'età dell'acqua di Marte e la ipotizzata fine dell'uomo sulla Terra. Nessuna traccia di manufatti, la materia si decompone nel tempo per l'azione congiunta di raggi cosmici e fenomeni locali: fenomeni atmosferici, ossigeno ecc.
Se il pianeta Marte, quando era presente l'acqua, avesse ospitato vita intelligente simile a quella umana, cosa sarebbe sopravvissuto dei manufatti dopo miliardi di anni? Nulla, al pari che sulla Terra, per motivi analoghi se non addirittura coincidenti. Il sottosuolo di Marte potrebbe invece riservare sorprese, il suolo protegge, in parte dai raggi cosmici e sicuramente dai fenomeni atmosferici locali; è stato ipotizzato che in passato Marte abbia avuto atmosfera e campo magnetico.
Tra alcune decine di anni è quasi certo che l'uomo sbarcherà su Marte. Lo stesso avrebbero potuto fare i marziani se ne avessero avuto necessità, avrebbero raggiunto la Terra, il pianeta più vicino e molto simile a Marte a quell'epoca. Magari lo hanno realmente fatto, costretti dal fatto che il loro pianeta era diventato inospitale. Lo strumento in pietra lavorata più antico mai rinvenuto sulla Terra è stato datato a 3.3 milioni di anni fa. Chi lo aveva lavorato? Non l'uomo che è comparso circa 250.000 anni fa.
Le foto allegate al post, sono ad alta risoluzione, l'ultima è di un paesaggio di Marte, potrebbe benissimo essere scambiata per una foto scattata qui sulla Terra, un panorama arido ma abbastanza famigliare.













Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]