15 gennaio 2016

BUON SONNO, MATERASSI E ….. FREGATURE !




Di un buon materasso: “va valutata la struttura” … non soltanto l’altezza.
Di questi tempi in TV, gli spot pubblicitari che reclamizzano materassi, li trovi a tutte le ore del giorno e della notte.
L’argomento non è secondario, il buon sonno, in realtà, serve a migliorare la vita da svegli.
Materassi a molle Bonnet; a molle insacchettate; in poliuretano lavorato ad acqua; multistrato; in lattice naturale; con strato in memory foam; a portanza differenziata e …. Alla fine si finisce per non capirci più nulla.
Poche parole di chiarezza: la migliore e più economica struttura di un materasso è siffatta (ovviamente è un parere strettamente personale):
altezza minima 20 cm. ; lastra a due strati; quello inferiore in poliuretano a rigidità medio alta oppure alta, a seconda del peso corporeo; quello superiore in memory foam da 6 o 7 cm. (per essere onesto fino in fondo, e dirla in soldoni: si tratta di volgarissima "spugna" artificiale a cellule aperte, e del nuovo materiale memory Foam scoperto dalla NASA,  nulla di fantascientifico).
Altre caratteristiche del letto:
base di appoggio del materasso: rigida. La rete a doghe di legno, quindi a struttura elastica, serve a nulla.
Cuscini a saponetta, in memory foam, alti circa 12 cm. (oppure poco più alti se si ha l’abitudine di dormire con la testa sollevata; ma per problemi cervicali, occorrono quelli alti 12 cm. ed esclusivamente “a saponetta”) .
Quella predetta, è la migliore configurazione del letto a costo minore , anche e soprattutto per chi dorme di fianco.
Su internet se ne trovano a basso prezzo e con spedizione compresa, vanno bene tutti se hanno le “esatte” caratteristiche descritte prima, più ci si discosta da quelle, più il prezzo sale e sale parecchio, anche di 10 volte. Bastano poche cavolate, come la struttura a strato multiplo, modellata ad onde, oppure la fodera con ”aloe vera”, oppure ancora “antistatica”, per far crescere i prezzi; caratteristiche perfettamente inutili, in altre parole: sono una presa in giro!
Potrebbero essere utili le 4 maniglie che ne facilitano il trasporto, ma quando lo trasporti un materasso? Al massimo (periodicamente) lo rivolti, si può fare anche senza le maniglie. Oppure la fascia laterale in 3D, che migliora l’aerazione interna (è un semplice tessuto bucherellato), ma bisogna arieggiare l’ambiente, non il materasso, la cui struttura interna a “cellule aperte”, è perfettamente arieggiata.
Ci sono poi i fabbricanti di materassi che lasciano intendere, senza però dichiaralo apertamente, che il memory foam è “roba loro”, ma non è così. Quel materiale, detto anche: a lento rilascio, è frutto della ricerca NASA, l’ente spaziale americano; cercavano di produrre nuovi materiali per i seggiolini degli astronauti; il memory foam è favoloso ma non si è rivelato adatto.
Ma cos’è mai questo memory foam del quale tanto si parla? Il MEMORY FOAM è composto da schiuma di poliuretano, alla quale vengono aggiunti alcuni additivi per regolarne la densità. La sua proprietà principale è quella di modificarsi in relazione al calore corporeo e quindi di modellarsi perfettamente al corpo in poco tempo (pochissimi secondi). Tuttavia, a seconda del suo grado di densità ed in particolare se siamo di fronte ad una densità inferiore (quella impiegata per i materassi), questo materiale diventa sensibile anche alla pressione. Sostiene infatti in modo naturale il corpo durante il riposo, distribuendo in modo uniforme le pressioni esercitate, e ritorna alla sua forma originale nel momento in cui tali pressioni vengono rimosse.
Con questo, ho detto tutto ciò che occorre sapere, non serve altro, o quasi.
A dei parenti, con i quali si parlava di recente dei materassi, ho descritto quello ideale (secondo la mia non modesta conoscenza su questo argomento). Ma è uguale a quello che abbiamo comprato di recente, hanno detto. Ho chiesto: quanto lo avete pagato? Risposta: è tra i migliori, in realtà lo abbiamo pagato assai, quasi 2000 Euro, ma noi vogliamo riposare bene, il nostro materasso è favoloso ed è così composto: è seguita una dettagliata descrizione.
Non me la sono sentita di dire loro: un materasso con le identiche misure a caratteristiche di quello comprato da voi, così come me lo avete dettagliatamente descritto (indipendentemente dalla marca), supera di poco i 200 Euro, ma di recente se ne trovano anche a meno di 130 Euro, a rigidità medio alta, alti 25 cm. e con 7 cm. di memory !
Per la cronaca: 2 cuscini a saponetta, in memory foam, alti 12 cm. sul mercato arrivano a costare oltre 120 Euro, su internet (identici) si trovano a 20 Euro, spedizione compresa ! "A buon intenditor ... poche parole" !

Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]