25 ottobre 2016

https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g187890-d195057-r341838928-Quattro_Canti-Palermo_Province_of_Palermo_Sicily.html#CHECK_RATES_CONT

Da qualche tempo a Palermo, parte della Via Maqueda e del Corso Vittorio Emanuele sono state destinate ad isole pedonali.
Inizialmente i negozianti della zona hanno fatto il diavolo a quattro, non volevano l'isola pedonale, poveri stupidi poco perspicaci; adesso si rivolterebbero se quell'isola pedonale venisse rimossa; si sono arricchiti tutti, i luoghi sono costantemente affollati di turisti e di cittadini di Palermo, sia di giorno che di sera. I palermitani hanno scoperto il piacere di passeggiare lungo le isole pedonali e potranno finalmente sentirsi cittadini europei.

FINO AL 30 OTTOBRE PALERMO APRE LE PORTE DELL'ARTE.
 Il festival Le vie dei tesori, giunto alla sua decima edizione, torna per offrire ai suoi visitatori moltissimi spazi poco noti della città a prezzi simbolici. Novanta tra palazzi aristocratici, ville, chiese, cripte, orti, musei, teatri, archivi, biblioteche, qanat, oratori, miqweh e catacombe, verranno aperti a Palermo per cinque weekend, dal primo al 30 ottobre, al prezzo simbolico di solo 1 euro.
Inoltre, nell’ultimo fine settimana di ottobre, si terrà una lunga “Notte bianca” dedicata ai siti dell’itinerario arabo-normanno appena riconosciuto dall’Unesco; 120 passeggiate urbane e naturalistiche condotte da storici, botanici, giornalisti; 65 attività per bambini che quest’anno avranno sette luoghi tagliati “a loro misura”, dieci grandi eventi che culmineranno, venerdì 28 ottobre alle 21, in un grande concerto al Teatro Massimo che vedrà insieme la voce cristallina di Antonella Ruggiero e il sound mediterraneo dei Radiodervish.

Si tratta del Festival Le vie dei tesori, che quest’anno festeggia il decimo compleanno e presenterà una Palermo inedita, nuova, aperta, che mostrerà tesori come una villa Liberty disegnata dal Basile a un orto antico voluto dai re normanni, la cripta delle prostitute redente, la “camera dello scirocco” in cui i nobili si riparavano per sfuggire al caldo, le catacombe paleocristiane, le cappelle barocche.
Novanta luoghi, ognuno con la sua storia, che si potrà scoprire tramite un’app creata apposta e disponibile in italiano, inglese e francese, per chi deciderà di partecipare. L’anno scorso la manifestazione, ideata dalla giornalista Laura Anello, ha visto la partecipazione di oltre 152mila visitatori e una ricaduta di ricchezza turistica sulla città (alberghi, ristoranti, trasporti) che ha sfiorato il milione e 400mila euro.
Quest’anno, l’edizione del decennale apre oltre 30 luoghi “nuovi”, e attraversa idealmente duemila anni: dai primi qanat arabi al rifugio antiaereo della Guerra; dalla straordinaria Villa Bordonaro ai Colli, a Palazzo Zingone-Trabia con la sua alcova sconosciuta; lo straordinario itinerario Liberty che racchiude i tre Villini del Basile, Florio, Ida e Favaloro; il Museo del Risorgimento e il Museo archeologico Salinas appena riaperti, la misteriosa Sala del Calendario dei padri Domenicani, la cappella di Maria Santissima della Soledad che appartiene al clero spagnolo, la chiesa inferiore della Cappella Palatina, gioiello sconosciuto che si trova sotto il celebre sito Unesco.
Per visitarli, basta acquistare sul sito www.leviedeitesori.it i coupon: da 10, 5 e 2 euro rispettivamente per 10, 4 o 1 visita guidata. Ci sarà anche una Carta Gold, in edizione limitata che consentirà di accedere liberamente ai 90 siti del Festival, ma anche di contribuire al restauro di un bene. Per chi atterra a Palermo da destinazioni internazionali, l’aeroporto di Palermo regalerà coupon di ingresso.
La città sarà inoltre attraversata da oltre 120 tour d’autore: dalla città ebraica a Monte Pellegrino, dalla Palermo dei delitti a quella dell’Inquisizione, dalla città degli innamorati a quella dei fiumi scomparsi, fino ai tour dedicati a luoghi della città che sono stati set cinematografici.

Palermo capitale del gelato: è tornato lo Sherbeth Festival. Ricette del Settecento, degustazioni, convegni, cooking show, espositori da tutto il mondo e degustazioni anche gratuite, intrattenimento per bambini fino al 2 ottobre in via Maqueda e corso Vittorio Emanuele. La manifestazione si è conclusa ed ha nuovamente riscosso un enorme successo.

Concerti e incontri: dall’indiano Surma Dohar Trio al franco-siciliano Trio Soleil allo spagnolo Ecce Cello; il 23 ottobre si incontreranno per la prima volta l’africano Jali Diabate, il siciliano Giuseppe Di Bella e il palestinese Faisal Taher; si chiude il 28 al Teatro Massimo con un concerto di Antonella Ruggiero con i Radiodervish.
Gli incontri saranno invece, con il teorico della “decrescita felice” Serge Latouche, i giornalisti Enrico Deaglio e Marcello Sorgi, la “turista per caso” Syusy Blady, la blogger delle mamme Claudia De Lillo.
Tutte le informazioni su www.leviedeitesori.it.







Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]