25 febbraio 2017

IL CERVELLO ED IL CUORE UMANO




Il cervello umano è l'organo più importante del sistema nervoso centrale con un peso piuttosto variabile che non supera i 1500 grammi ed ha un volume compreso tra i 1100 e i 1300 cm³. Quello della donna pesa in media circa il 12% in meno di quello dell'uomo.
Il cervello "produce" circa 70 mila pensieri al giorno ed è l’odore il ricordo che si fissa meglio nella memoria. La nuova mappa del cervello umano ci dice che la nostra corteccia cerebrale è suddivisa in ben 360 aree: più della metà era sconosciuta fino al 2010.
Contiene circa 86 miliardi di neuroni, ma è probabile che ve ne siano 100 miliardi, al pari del numero di stelle che si stima siano contenute nella nostra galassia: la Via Lattea.
Il cervello presiede a tutte le funzioni dell’io cosciente, il suo funzionamento è elettro-chimico e manda messaggi a tutti i muscoli ed agli altri organi, tranne uno: il cuore, il cui funzionamento è autonomo e dipende soltanto in minima parte dal cervello.
Il cuore è grande quanto il pugno chiuso ed è stato uno degli organi che ha incuriosito ed affascinato maggiormente l'essere umano, in gran parte per le implicazioni filosofiche e affettive da sempre legate a questo muscolo: misterioso, mitico e ricco di fascino fra il sacro e il magico, che senza sosta scandiva il tempo della vita e della morte, decretandola con il suo arresto.
In condizioni di riposo il cuore si contrae da 60 a 90 volte al minuto Compie circa 100.000 battiti per pompare 8.000 litri di sangue ogni giorno!
In maniera analoga al motore delle auto, il cuore ha un lubrificante al suo interno, ma che non si cambia. La parte più prossimale della maggior parte dei grandi vasi a lui adiacenti sono avvolti nel pericardio, una membrana, spessa mediamente 20 µm, dalla forma grossolanamente conica. Nel pericardio si distinguono due componenti, il pericardio fibroso, più esterno, e il pericardio sieroso, interno. I due foglietti del pericardio sieroso sono separati da uno spazio virtuale chiamato cavità pericardica e contenente normalmente da 20 a 50 ml di liquido chiaro roseo che permette al cuore una discreta libertà di movimento e di variazione di forma all'interno di questo rivestimento, minimizzando l'attrito.
Il cuore come tutti i muscoli è capace di contrarsi sfruttando l'energia prodotta dalla ossidazione di sostanze energetiche (come acidi grassi, carboidrati) in presenza di ossigeno. Le cellule muscolari striate involontarie di cui è composto il cuore a differenza di quelle degli altri muscoli sono dotate della capacità di autoeccitarsi e autocontrarsi. Il controllo nervoso sul cuore può modulare la frequenza di contrazione aumentandola o diminuendola, anche se questa è generata in maniera spontanea dal miocardio.
Di Kjetil Lenes - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=3705964

Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]