18 settembre 2017

La vita sulla Terra, si basa sulla sopraffazione.




Vocabolario on line Treccani
Mors tua vita mea (lat. «la tua morte è la mia vita»). – Sentenza applicata a varî casi particolari per significare che il danno di una persona è spesso un vantaggio per un’altra, o enunciata in senso più ampio, con allusione alle dure leggi della vita e alla lotta per l’esistenza.
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
La locuzione latina Mors tua vita mea, di origine medioevale, significa morte tua, vita mia (o: la tua morte (è) la mia vita). Al di là del tono drammatico del senso letterale, tale espressione si usa quando all'interno di una competizione o nel tentativo di raggiungere un traguardo ci può essere un solo vincitore: il detto indica cioè che il fallimento di uno costituisca requisito indispensabile per il successo di un altro. Viene comunemente usata per descrivere efficacemente un comportamento connotato da caratteri opportunistici.
In verità ad entrambi sfugge il significato più profondo di tale frase: la sopraffazione! Essa caratterizza infatti tutte le forme di vita presenti sulla terra, sia nel regno vegetale che in quello animale, dai microrganismi via via a salire di dimensione. Ciascuno di essi sopravvive se e quando riesce a sopraffare l'altro o gli altri e così fan tutti: mors tua vita mea!
La vita non è mai basata su di un principio di parità, bensì sulla sopraffazione, ed è anche ovvio che debba avvenire ciò: diversamente, su questa terra, non ci sarebbe spazio sufficiente per tutti. La natura sa e sa bene cosa fare e come farlo.

Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]