7 gennaio 2018

Siamo tutti mentalmente interconnessi ?






Quando con la nostra auto ci immettiamo in una strada senza traffico, ma sta passando una sola auto, quella passa nello stesso istante nel quale vorremmo immetterci.
Casualità? Forse, ma forse no.

Cosa sappiamo della casualità, o caso? Sappiamo poco o nulla.

Mentre sappiamo abbastanza sulla probabilità (calcolo delle probabilità), sulla casualità non sappiamo praticamente nulla.

Potremmo essere mentalmente interconnessi a nostra insaputa, scambiando per casuali degli eventi che potrebbero non essere casuali?

Entangled minds: i fenomeni psichici spiegati dalla fisica quantistica

Molte persone credono che i "fenomeni psichici" siano talenti rari o doni divini. Altre sono convinte che non esistano affatto.

Ma la ricerca scientifica più recente mostra che tali facoltà sono l'inevitabile conseguenza di una delle caratteristiche che contraddistinguono la realtà in cui viviamo: l'interconnessione di tutte le cose.

COSA C'ENTRA LA FISICA QUANTISTICA
La fisica quantistica ha scoperto e dimostrato la realtà di questo fenomeno e l'ha chiamato entanglement. Albert Einstein l'ha definito "azione spettrale a distanza" per indicare il modo in cui due oggetti rimangono connessi al di là del tempo e dello spazio, senza comunicare in modo convenzionale, dopo una iniziale interazione.

LA RICERCA IN AMBITO MNEMONICO
L'entanglement potrebbe riguardare anche le nostre menti, la loro connessione reciproca e la connessione di tutte le cose? Potrebbe spiegare le capacità psichiche? Dean Radin, senior scientist presso l'Istituto di Scienze Noetiche, ci dice di sì. Nel suo libro, Radin dimostra che fenomeni come la telepatia, la chiaroveggenza e la psicocinesi esistono veramente, sulla base di migliaia di esperimenti scientifici eseguiti sotto stretti controlli di laboratorio.

Egli esamina le origini della ricerca parapsicologica esplorando vari argomenti, tra cui le premonizioni collettive, ci rivela la spiegazione fisica che si cela dietro il mistero delle esperienze extrasensoriali e ci dimostra la falsità dei dogmi degli scettici.

Dunque, la risposta alla domanda: "siamo tutti mentalmente interconnessi?" potrebbe benissimo essere: si, lo siamo; anche se non abbiamo consapevolezza di esserlo.
Quello della ricerca in ambito mnemonico, è un universo quasi sconfinato, affascinante e semi-sconosciuto, mi dichiaro convinto che in futuro si riuscirà a scoprire molto di più del poco che fino ad ora sappiamo. 

Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]





<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]